Eugen Klein GmbH   Gelenkwellen Klein Gelenkwellen
    Start Technical directions Maintenance of Propeller Shafts and Double Jointed Shafts
Deutsch (Deutschland)English (United Kingdom)French (Fr)Italian - ItalyNederlands - nl-NLEspañol(Spanish Formal International)Russian (CIS)
Klein Gelenkwellen
Manutenzione degli alberi di trasmissione e dei doppi giunti

Gli alberi di trasmissione possono essere forniti sia nella versione autolubrificata sia con possibilità di reingrassaggio.

Nella versione che prevede il reingrassaggio (Fig 5), il ripristino del grasso ai quattro cuscinetti di una crociera viene fatto attraverso un ingrassatore secondo DIN 7 3 412 posto nel centro della crociera stessa. In particolari applicazioni, l’ingrassatore può essere posizionato alla base della boccola cuscinetto.

Il beccuccio dell’ingrassatore deve essere pulito accuratamente prima di lubrificare.

Fig.5:

Bild 5: Nachschmierung

Il grasso introdotto nell’ingrassatore 1 viene spinto nella camera di distribuzione 2 e distribuito alle quattro boccole cuscinetti della crociera. Il grasso arriva in mezzo ai rullini attraverso lo spazio 3 che c’è tra il dischetto di recupero gioco e la testa del perno della crociera. Alimentando altro grasso, esso penetra attraverso il gioco fino a raggiungere la guarnizione a doppio labbro 5 ed il relativo labirinto. L’eventuale eccesso di grasso fuoriesce dal lato 6 del labirinto. 

Introdurre grasso fino a che non si vede uscire lo stesso da tutte e quattro le boccole cuscinetto.

Nel caso i cuscinetti non fossero tutti e quattro completamente lubrificati, l’albero deve essere smantellato.

Nelle configurazioni standard, il profilo scanalato che garantisce l’allungamento è generalmente autolubrificato come si vede nei disegni in tabella.

Nelle speciali applicazioni che prevedono il reingrassaggio, il profilo scanalato (Fig.6) viene lubrificato col grasso che si trova nella camera (a) la quale viene riempita iniettando il grasso attraverso l’ingrassatore (b). Si consiglia di ripristinare il grasso nel vano (a) con l’albero trasmissione chiuso (vale a dire a veicolo carico) di modo che si potrà formare un cuscinetto d’aria quando l’albero sarà in estensione (carico statico). Per evitare di procurar danni all’albero cardanico o ai cuscinetti degli assiemi collegati, dovuti a scorretto eccesso di grasso nel vano (a) durante l’esercizio quando le molle son compresse, se richiesta può essere montata una valvola di sfiato (c) che previene da inaccettabili aumenti di pressione nel vano (a).       

Fig. 6:

Bild 6: Verschiebeprofil

2.1. Intervalli di lubrificazione

Se non diversamente specificato sul veicolo o dal costruttore, noi consigliamo i seguenti intervalli di manutenzione. I dati nelle tabelle sono riferiti alle condizioni di esercizio europee o ad esse comparabili.    

Altre condizioni di esercizio potrebbero richiedere delle lubrificazioni ad intervalli più brevi. Se gli alberi vengono lavati con acqua spruzzata a pressione o con getti di vapore, la lubrificazione va fatta dopo ogni lavaggio.

Intervalli di lubrificazione per le crociere

ImpiegoIntervallo di lubrificazione
Veicoli trasporto merci su lunghe distanze Ogni 50.000 km
oppure
max dopo un anno 
Veicoli trasporto merci in percorsi misti ed uso privato, traffico urbano e similari Ogni 25.000 km
oppure
max dopo 6 mesi
Autobus su percorsi extraurbani Ogni 50.000 km
oppure
max dopo 6 mesi
Autobus su percorsi urbani Ogni 25.000 km
oppure
max dopo 3 mesi
Veicoli merci in sito  veicoli servizio comunità
machine cantiere veicoli con gru trattori agricoli e forestali veicoli militari * e similari
Ogni 12.500 km
oppure
max dopo 3 mesi
Impianti industriali Ogni mese ma max dopo 500 ore di esercizio

* Dopo aver viaggiato in mezzo all’acqua sono consigliati intervalli di lubrificazione più brevi.

Intervalli di lubrificazione per giunti scorrevoli e supporti elastici completi

I giunti scorrevoli ed i supporti elastici completi sono generalmente autolubrificati.

Per le versioni il cui costruttore ha previsto la lubrificazione, valgono gli stessi intervalli come per le crociere.

2.2 Grassi di lubrificazione consigliati

I grassi consigliati sono saponificati con litio, paragonabili per consistenza alla classe NGLI-classe 2 secondo DIN 51818.

In particolare noi consigliamo i prodotti riportati nel nostro pieghevole TM 150.

Bisogna evitare di usare grassi con differente tipo di saponificazione, perché ad esempio i grassi a base di sodio sono incompatibili con quelli a base di litio.

Gli alberi di trasmissione KLEIN in esecuzione normale possono essere impiegati ad una temperature ambiente variabile da -35°C a +60°C (per periodi brevi e solo occasionalmente, anche fino a +80°C).

Se gli alberi di trasmissione devono essere impiegati fuori da questi intervalli di temperatura o in condizioni atmosferiche atipiche, raccomandiamo di voler prendere contatto con i nostri uffici tecnici.

2.3 Tempi limite per i controlli

Se non altrimenti specificato dal costruttore del veicolo o del rimorchio, noi raccomandiamo il controllo di più fattori. Noi classifichiamo in due tipologie i controlli, quelli da fare sull’albero montato su veicolo ‘in esercizio’ e quelli da fare sull’albero ‘smontato’.

I dati riportati in tabella sono essenzialmente validi per il mercato europeo.

Intervalli di controllo per veicoli commerciali

Uso del veicoloControlli sull’albero montatoControlli sull’albero smontato
Commerciali
Lunghe percorrenze o similari ogni 100.000 km
o max dopo 1 year
ogni 500.000 km
o max dopo 5 years
strade a percorso misto ogni 50.000 km
o max dopo 1 year
ogni 300.000 km
o max dopo 5 years
Centro abitato, machine da cantiere, gru, camion da foreste o da campagna, veicoli military e simili ogni 25.000 km
o max dopo 1/2 year
ogni 100.000 km
o max dopo 2 years
Bus
lunghe percorrenze ogni 100.000 km
o max dopo 1 year
ogni 300.000 km
o max dopo 3 years
urbano

ogni 50.000 km
o max dopo 1/2 year

ogni 200.000 km
o max dopo 2 years

Controlli sull’albero ‘in esercizio’

Per l’albero montato in condizioni di esercizio noi raccomandiamo i seguenti controlli:

  • controllare il serraggio e la posizione dei bulloni tra la flangia ed il cuscinetto centrale; verificare se le viti sono da serrare con chiave dinamometrica in accordo con le prescrizioni del costruttore del veicolo o del rimorchio.


  • controllare che le piastrine di equilibratura siano ben attaccate ed in buono stato.


  • verificare la presenza dell’anello di sicurezza su ogni boccola cuscinetto.


  • verificare che l’ingrassatore sia presente su tutte le crociere e che sia in buono stato.


  • controllare se le boccole cuscinetto per cambio colore e/o forma indicano temperature troppo elevate e fuori dalla norma.


  • controllare le guarnizioni di tenuta sia sulle boccole cuscinetto che sul profilo scanalato. Le guarnizioni danneggiate comportano problemi all’albero.


  • controllare nell’assieme scorrevole che non si siano verificati danni od usura del profilo scanalato protetto con materiale sintetico rilsan.


  • controllare la posizione e lo stato del supporto elastico con cuscinetto centrale su alberi intermedi ed alberi lunghi, in particolare il cappuccio di protezione, gli anelli di tenuta, il supporto esterno ed il corpo cuscinetto. Un eventuale movimento relativo assiale tra i vari componenti può essere dovuto al dado di bloccaggio non più ben serrato; in tal caso è necessario smontare l’albero dal veicolo e operare un controllo ad ‘albero smontato’.


  • verificare con controllo visivo che non ci sia alcun tipo di possibile danneggiamento come cricche, deformazioni, eccentricità, verniciatura danneggiata ecc.


  • fare una verifica dei giochi tra le parti.


  • Il comparatore per verificare e misurare i giochi verrà appoggiato come indicato nello schema riportato sotto, dove si parla di controlli su albero smontato, solo che in questo caso bisognerà tenerlo in posizione con le mani.      
  • Controlli sull’albero “smontato”

    Noi raccomandiamo che sia seguita la seguente procedura per effettuare correttamente anche tutti i controlli sull’albero smontato:

  • piegamenti ed ogni tipo di gioco dell’albero dovranno essere misurati in entrambi i lati.

  • introdurre in ogni cuscinetto il grasso finchè non fuoriesce dalle guarnizioni a doppio labbro. Se questo non avviene, o se nel cuscinetto ci fosse ruggine, sporcizia o acqua, allora bisognerebbe far fare la riparazione ad un’officina autorizzata. Eseguire l’ingrassaggio secondo quanto nel paragrafo 2.2.

  • eseguire il controllo dei giochi e del gruppo scorrevole




  • Viene tirata fuori di 45 cm la parte correvole maschio, dopo aver posizionato l’albero sui due  occhi delle forcelle A e B come mostrato nello schema qui sopra. Il corpo del comparatore viene fissato sul tubo vicino alla saldatura nel punto “C”. La punta del comparatore viene portata direttamente a contato del tubo vicino all’altra saldatura nel punto “D”.

    La parte centrale dell’albero risulta così sospesa e libera di essere fatta ruotare con le mani. La punta del comparatore potrà così misurare l’eccentricità dovuta ai vari giochi nell’albero: l’eccentricità massima ammessa è 0.25 mm.                                                                                         

  • successivamente tirare fuori completamente lo scorrevole maschio ed effettuare un controllo visivo  di eventuale usura o danni  presenti sui profili scanalati maschio e femmina.

  • verificare che le guarnizioni non siano danneggiate.

  • Eventuale sporcizia e/o grasso vecchio devono essere rimossi. Se il gruppo scorrevole risulta privo di danneggiamenti, dovrà essere lubrificato con nuovo grasso: noi raccomandiamo "Fuchs Renolit Duraplex EP3". L’albero potrà essere così riassemblato facendo attenzione, questo è MOLTO IMPORTANTE,  che le due frecce riportate sull’esterno del tubo siano allineate (vedi Fig. 2 parag. 1.2).

  • in caso di giunto con albero intermedio, questo dovrà subire gli stessi controlli come abbiamo descritto sopra per l’albero di trasmissione.

  • il supporto elastico del cuscinetto centrale dovrà essere controllato che non abbia subito danneggiamenti sul corpo cuscinetto in gomma e che l’anello cuscinetto sia affidabile.

  • Verificare che i dadi di bloccaggio abbiano almeno I seguenti valori per le coppie di serraggio:


  • M24x1,5: > 250 Nm
    M40x1,5: > 350 Nm
    M55x1,5: > 380 Nm


    Nel caso si rilevassero dei danneggiamenti sui componenti del supporto elastico centrale bisognerà rivolgersi ad un’officita autorizzata.

    Il veicolo o i gruppi dovranno essere immediatamente spenti nel caso si sentissero strani rumori o vibrazioni diversi da quelli che si hanno nel normale funzionamento.

    Prima di istallarlo di nuovo, l’albero revisionato dovrà essere equilibrato ed assemblato seguendo le nostre raccomandazioni (vedi parag.1.2); ed dopo averlo istallato, prima di metterlo in funzione, assicurarsi che siano stati fatti tutti icontrolli previsti ad albero montato (vedi sopra).

    Se si rilevasse qualsiasi forma di deformazione elastica permanente, allora l’albero non potrà essere riparato ma andrà sostituito.

    Vogliamo attirare la vostra attenzione che è consigliabile effettuare tutta la serie di controlli sull’albero ‘smontato’ anche quando cambia di proprietario del veicolo, così come si verifica che il veicolo non abbia subìto incidenti

     
    pagina precedente  indietro all'indice  pagina seguente
     
    Eugen Klein GmbH   Gelenkwellen   Parkstraße 27-29      73734 Esslingen a.N. 
    Fon +49 (0)711 3 80 05-12     Fax +49 (0)711 3 80 05-49    info@klein-gelenkwellen.de
    upseits Webagentur